Termoforgia insaziabile. Al tappeto l’Italiana Pellami

Nella penultima giornata del campionato, la Termoforgia Moviter Castelbellino ospita l’Italiana Pellami Monte S. Giusto, in un match ininfluente per le padrone di casa ma determinante per la salvezza delle ragazze di Carlacchiani. A chi si aspettava un risultato a sorpresa, con la capolista arrendevole ed appagata dal duplice successo di campionato e Coppa Italia, la squadra di Comodi ha risposto con un match impeccabile e dal risultato finale mai in discussione, frutto di un divario tecnico piuttosto evidente che non ha lasciato spazio a risultati a sorpresa.

Formazione consueta per la Termoforgia Moviter, con il classico sestetto Cecato – Tallevi, Verdacchi – Ciccolini, Rosa – Spicocchi, Chiavatti (L). L’avvio è equilibrato, ma solo per pochi punti, il tempo di far scaldare il braccio di Verdacchi e compagne e prendere le misure ad una Monte S. Giusto imprecisa e fallosa in attacco. Sul finale l’ingresso di Fabbretti e Carloni: 25-18.

Nella seconda frazione di gioco le dinamiche restano praticamente invariate, con Castelbellino che gioca in scioltezza e, senza spingere particolarmente sull’acceleratore, comanda il gioco, mantenendo il vantaggio fino al definitivo 25-18 contro un’avversaria apparsa ben poco combattiva.

Una Benedetti in gran forma tenta di tenere da sola a galla l’Italiana Pellami, ma Castelbellino è troppo forte e prende il largo quasi da subito anche nel terzo round. Dalla parte delle padrone di casa c’è tempo e spazio per un’ottima Crescini, schierata nel sestetto di partenza, e per l’ingresso di Fattorini e Rossi a metà del parziale. Il finale, costellato dai molti errori in battuta delle ospiti, recita 25-17 per la Termoforgia Moviter.

TERMOFORGIA MOVITER CASTELBELLINO – ITALIANA PELLAMI MONTE S. GIUSTO: 3-0 (25-18, 25-18, 25-17)

Catelbellino: Cecato 2, Tallevi 8, Rosa 3, Spicocchi 10, Ciccolini 5, Verdacchi 15, Chiavatti (L), Crescini 5, Fattorini, Carloni, Fabbretti, Rossi. All. Comodi.

MVP: Verdacchi, Spicocchi

Senza dover più chiedere nulla ad un campionato già stravinto, la Termoforgia Moviter si dimostra quindi ancora una volta una corazzata mai doma, che non fa sconti alle malcapitate avversarie e che si appresta a giocare in trasferta ad Oria la sua ultima partita della stagione fra 7 giorni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *