Sonora sconfitta a Gubbio

news-IMG_0575

Lo abbiamo sempre sostenuto e continuiamo a sostenere che sia un girone, quello F del campionato di B2, parecchio equilibrato e dai risultati difficilmente pronosticabili. Ma se possiamo trarre una conclusione di massima da questa settima giornata, è che la classifica comincia a mostrare i primi segni di spaccatura. Ci sono 4 squadre dagli obiettivi alti (Moie, Forlì, Bastia e Gubbio), 4 squadre in buona forma che puntano a dar fastidio alle prime (Rimini, Civitanova, Macerata e Gabicce) e il gruppo delle inseguitrici, combattute tra la lotta salvezza e l’ambizione di scalare posizioni in classifica (noi, Trevi, Cervia, Perugia, Imola e Torre).

A conferma di questa teoria c’è anche, purtroppo per noi, la trasferta appena conclusasi a Gubbio, terminata con un risultato netto a favore delle padrone di casa: 3-0 (25-18, 25-15, 25-19). Poco da dire sulla partita, giocata bene dalle ragazze di Gubbio che esprimono il loro solito gioco, fatto di compattezza, pochi errori e varietà di schemi. Da parte nostra abbiamo fatto quanto era nelle nostre possibilità, giocando a sprazzi una buona pallavolo, per poi subire eccessivamente l’aggressività delle avversarie. Buoni segnali dal terzo set, nel quale abbiamo ritrovato maggiore lucidità ed abbiamo concesso meno “regali”, ma sul finale Gubbio ha saputo mantenere alta la concentrazione e chiudere presto i conti.

Sicuramente non è stata la nostra miglior partita, è vero, ma le ragazze hanno comunque lottato fino in fondo senza arrendersi, e questo va dato loro atto, soprattutto perchè di fronte avevano probabilmente la migliore formazione incontrata fino ad oggi. Ora, dopo esserci leccati ben bene le ferite, dobbiamo voltare pagina e prepararci al meglio per il prossimo impegno: nientemeno che Forlì. Una delle più accreditate pretendenti alla vittoria del girone, una squadra altissima e potente. Starà a noi e alla nostra voglia di vincere riuscire a giocare senza paura e trovare le giuste contromisure contro una formazione forte, si, ma non imbattibile.

Ancora una volta, forza Castelbellino!

di Michele Magliola

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *