Sfiorato il successo contro Civitanova

news-IMG_0395

 

TERMOFORGIA MOVITER – SACRATA CIVITANOVA: 2-3 (17-25, 25-22, 25-22, 18-25, 13-15)

Altro tie break per la Moviter TermoForgia Castelbellino, che esce sconfitta di misura contro la Sacrata Civitanova Marche.
Niente sorprese nel sestetto di casa, che vede Quintabà in regia, Lucconi opposta, Rosa e Masciarelli al centro, Anacleti e Barbetta in posto 4 e Mazzarini libero. Nel corso della gara faranno il loro ingresso in campo anche Angeloni per Quintabà e Morganti per Anacleti.

Iniziano subito forte le ospiti, gestendo bene la tattica di gioco e mettendo così sotto pressione le nostre che perdono il primo parziale senza trovare il bandolo della matassa. Soffici ha subito la soluzione e dà le giuste indicazioni alle sue, permettendo così il ribaltamento della situazione, con un Civitanova che è costretta da subito ad inseguire, perdendo inesorabilmente terreno dalle rossoblu.
Vinto il secondo set, Anacleti e socie sono cariche e spingono sull’acceleratore degli attacchi di Lucconi e Rosa. La nostra ricezione funziona e Quintabà fa girare bene le sue compagne in fase offensiva: si va sul 2-1 per Castelbellino.
Civitanova non ci sta e punta tutto su Pomili, che ripaga la fiducia della sua palleggiatrice ed affonda colpi su colpi mettendo in difficoltà una TermoForgia in calo di rendimento. Situazione di parità: 2 set per parte.
Il tie break vede la Sacrata prendere subito il largo e crea così un divario notevole difficilmente recuperabile, grazie ad un muro efficace e ad una battuta tattica insidiosa. Ma le nostre vogliono vendere cara la pelle e non si perdono d’animo, riuscendo a recuperare fino a raggiungere le avversarie .Si lotta punto su punto, ma alla fine sono le ospiti a festeggiare, davanti ad un pubblico che ha comunque apprezzato la gara ed applaude entrambe le squadre.

Un bel punto conquistato, più prezioso di quanto possa sembrare e che abbiamo meritato in pieno, nonostante per un po’ avevamo creduto addirittura alla vittoria delle nostre. Ma si sa, il bello del volley è proprio l’imprevedibilità del risultato delle partite e, specialmente in questo campionato, l’equilibrio di livello fra parecchie squadre.

Ora si ricaricano le pile e si pensa già alla prossima trasferta, insidiosissima, a Gubbio.

Forza ragazze!

di Michele Magliola

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *