La sconfitta che non ti aspetti

aIMG_0083

Cervia – Castelbellino: 3-0 (25-19 25-17 25-19)

VISUS CERVIA RIV.: Magnani 16, Mendola 13, Agostini 13, Furi 9, Pappacena 6, Rossi 3, Capriotti 3, Bucella, Ravaioli (L), Zucchini ne, Boldrini ne, Proietti De Marchis ne, Massi ne; all. Massimo Braghiroli

TERMOFORGIA MOVITER AN:. Natale 8, Morganti 7, Rosa 9, Lombardi 6, Lucconi 4, Barbetta 3, Quintabà 1, Anacleti (l), Angeloni ne, Santolini ne, Pieralisi ne ; all. Luisa Fusco

Era la partita forse più importante della stagione, quella che, solo grazie alla matematica, non possiamo definire decisiva tutti gli effetti, ma che avrebbe proiettato la TermoForgia Moviter Castelbellino ad un passo dalla retrocessione o due dalla salvezza. Alla vigilia ci si aspettava una partita difficile, combattuta, tesa e lunga. Alla fine, invece, ecco la partita che non ti aspetti, la sconfitta che non ti aspetti. Si è trattato di una incontro a senso unico per Cervia, capace di asfaltare le nostre con parziali netti e che non lasciano spazio ad equivoci su chi meritasse di vincere.

Niente va come deve andare per le nostre. Troppi errori, poche difese, ricezione in difficoltà e nessuno capace di finalizzare in attacco con costanza. Cervia ha giocato bene, va detto, ma noi abbiamo mostrato forse una delle peggiori partite viste fino ad oggi, nonostante il rientro di Lucconi e nonostante le motivazioni date da una posta in palio a dir poco altissima.

Dilungarsi sulla cronaca del match a poco serve in questo momento, conta capire cosa la nostra squadra decida di fare in questo momento: darsi per spacciate o combattere. Visto che non è contemplata l’ipotesi di arrendersi, ora si pensa alle prossime partite, a lavorare a testa bassa, a capire come uscire dal tunnel. Si comincia con il derby con Moie, sabato in casa.

Vi aspettiamo!

di Michele Magliola

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *