Ecco la prima vittoria!

aIMG_5387

Non abbiamo poi dovuto attendere molto per vedere la nostra Termo Forgia – Moviter vincere la sua prima partita: dopo 2 gare perse al tie break, ecco una bella vittoria dal risultato rotondo. In trasferta a Imola, le ragazze di Soffici dovevano vedersela con una formazione giovane,  ancora a secco di punti classifica, ma proprio per questo la partita poteva rischiare di diventare insidiosa.

Vincere a tutti i costi, dimostrare di essere una squadra che può portare a casa la vittoria, cancellare le prestazioni opache viste a tratti negli incontri precedenti. Nella testa di tutte le giocatrici c’erano questi pensieri nel viaggio di andata in terra romagnola. Pensieri che potevano trasformarsi allo stesso tempo in forti stimoli o pericolosi stati ansiosi. Fortunatamente il valore del Castelbellino è emerso da subito, sia da un punto di vista tecnico che da quello mentale, permettendogli di condurre la gara dal primo all’ultimo pallone.

L’avversario, va detto, non è sembrato spesso in grado di mettere seriamente in difficoltà le ospiti, ma questo lo si deve anche e soprattutto al livello di gioco espresso da Lucconi e socie, brave a riemergere dall’unico momento negativo dell’incontro nel secondo set, quando le avversarie infilavano diversi punti consecutivi tentando una rimonta. Vittoria piena e meritata dunque, ottenuta alla fine di 3 set terminati col punteggio di 17-25, 23-25, 20-25.
Un risultato che ci voleva, sia per la classifica sia, ovviamente per il morale, che ora permette una sufficiente serenità per affrontare le prossime partite di un campionato che si conferma molto complicato e combattuto.

Mister Soffici schiera in campo la sua formazione tipo e la lascia in campo per tutta la gara senza fare sostituzioni, visto il buon rendimento di tutte. L’attacco ha funzionato bene, grazie ad una ricezione quasi sempre positiva e ad un muro spesso protagonista.

Quintabà 5, Lucconi 13, Masciarelli 3, Rosa 8, Anacleti 9, Barbetta 9, Mazzarini (L), Pieralisi n.e., Romagnoli n.e., Morganti n.e., Angeloni n.e., Lombardi n.e.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *