Castelbellino stecca a Cesena

Nella giornata che avrebbe potuto consegnare alla Termoforgia la leadership in classifica con 4 punti di vantaggio sulla seconda, Castelbellino torna invece da Cesena a bocca asciutta perdendo 3-1 nel confronto con la Angelini Cesena. Un’occasione sprecata e 3 punti mancati frutto di una brutta prestazione della squadra di coach Solforati.

Primo set dominato dalla Termoforgia, che per buona parte del periodo conduce con 8 punti di vantaggio. La ricezione di Coppi e compagne smette improvvisamente di funzionare e, da qui, un parziale impressionante di Cesena pietrifica le marchigiane che gettano alle ortiche la prima frazione di gioco. Il secondo set inizia bene per la Termoforgia e il vantaggio sulle avversarie aumenta a dismisura senza che Cesena possa mostrare chances di opporsi. Castelbellino si porta in parità con il conto dei set mostrando una superiorità netta nei confronti delle avversarie. Si pensa ad un proseguimento della partita tutto in favore della Termoforgia, visti i meriti di un secondo parziale praticamente perfetto, ma i fantasmi del primo set riaffiorano ancor più spaventosi e paralizzano un Castelbellino che, nei 2 successivi, sembra la brutta copia di se stesso. Tutto smette di funzionare: dalla ricezione alla distribuzione, dal muro all’attacco. Solforati cerca soluzioni con l’alternanza Canuti-Cardoni, Leonardi per Giordano e Ciccolini per Verdacchi, ma l’attesa reazione non arriva e alla  Termoforgia non resta che arrendersi ad una giornata da dimenticare in fretta.

ANGELINI CESENA – TERMOFORGIA CASTELBELLINO: 3-1 (25-22, 14-25, 25-23, 25-23)

Cesena: Gardini 10, Mazzotti 2, Giulianelli 10, Frangipane 14, Casprini 11, Gugnali 12, Fabbri (L), Marchi (L), Vujevic 1, Colombo. N.e. Roani, Furi. All. Simoncelli

MVP: Frangipane

Castelbellino: Giordano 4, Moretto 11, Cardoni 2, Canuti 5, Montani 15, Verdacchi 8, Coppi 19, Zannini (L), Leonardi 1, Ciccolini, Fattorini. N.e. Cardinali. All. Solforati

MVP: Montani

Una sconfitta inaspettata, dunque, per la stessa Termoforgia che era stata capace solo 7 giorni prima, di domare la corazzata Volleyrò, a conferma che in questo girone nulla può essere dato per scontato, e quello di Castelbellino è solo uno dei tanti risultati a sorpresa di questo avvio di campionato. Alla Termoforgia non resta comunque altro che leccarsi le ferite e lavorare a testa bassa in vista della prossima partita, in casa, contro la Moncaro Moie.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *